Oggi, 22 aprile, è la Giornata della Terra (in inglese Earth Day) e in tutto il mondo si celebra l’ambiente e la salvaguardia del pianeta. Un’ottima occasione per parlare e discutere dei temi ambientali che sono estremamente importanti per la nostra vita e il nostro benessere: inquinamento di acqua, aria e suolo, la scomparsa di piante e animali e di conseguenza, la rottura del fragile equilibrio degli ecosistemi. Non da meno, l’esaurimento di risorse non rinnovabili.

giornata della terra

Il quiz proposto da Google in occasione della Giornata mondiale della Terra

 

Insieme alle problematiche, la giornata della Terra è un’occasione per riflettere sulle possibili soluzioni per salvare il pianeta.

Queste soluzioni includono pratiche che noi di Garbini Consulting promuoviamo da sempre. Il riciclo dei materiali e il ricorso alle energie rinnovabili, come quella solare ed eolica, sono due punti cardine della nostra azione quotidiana a fianco delle aziende. Un ruolo importante viene giocato anche da chi si occupa delle legislazioni e delle politiche ambientali, a cui spetta il compito di promuovere divieti e regolamentazioni per le aziende troppo inquinanti e che utilizzano prodotti chimici dannosi. La giornata della terra, rappresenta in questo caso, l’occasione giusta per porre l’attenzione dei grandi del pianeta sulla necessità di regole più stringenti sull’impatto delle attività produttive.

Le soluzioni più innovative e in voga, propongono di rendere più vivibile ed eco-friendly la città, trasformandola in Smart City (tema al quale cercheremo di avvicinarvi attraverso la nostra nuova rubrica), espressione che si riferisce ad una città che fa un buon uso della tecnologia per migliorare la vita dei cittadini. In questo caso, la tecnologia è al servizio dell’ambiente: l’inquinamento in città si può ridurre ad esempio con il car sharing, diminuiscono le auto in circolazione e si evitano grandi disagi ai cittadini, che possono anche scegliere di non possedere un auto personale. Tra le tante iniziative in programma in Italia, a Perugia si terrà un convegno con le più grandi associazioni ambientaliste per parlare di questo e per capire come si può far evolvere la città e renderla, sempre più “intelligente” ed ecologica.