Oggi è la giornata del risparmio energetico “M’illumino di meno” promossa da Caterpillar, storica trasmissione di Radio Rai 2 e per celebrarla nel giusto modo, pubblichiamo come anticipato, il decalogo del risparmio in ufficio.

Siamo a fianco delle aziende dal 2004, con l’obiettivo di generare risparmi reali attraverso l’ottimizzazione dei processi di acquisto e, anche se a volte sembra scontato, la semplice razionalizzazione dei luoghi di  lavoro, così come dell’ufficio, è in grado di far risparmiare notevoli somme sulle forniture energetiche aziendali. Il nostro impegno non si limita soltanto alla contrattazione di condizioni economiche migliori o alla ricerca di soluzioni favorevoli di aggregazione, ma si manifesta spesso nella diffusione di una nuova cultura del risparmio e del rispetto per l’ambiente e del sociale.

L’innovazione più grande parte sempre dalle persone. Le stesse persone che lavorano negli uffici e prendono ogni giorno decisioni strategiche riguardo alla gestione dei processi e degli acquisti aziendali. Spesso queste figure sono spaventate dall’adottare una condotta ecosostenibile, vista più come una voce di costo che come un’opportunità da cogliere per rilanciare la propria impresa e, cosa ancor più grave, sono convinte che un mutamento delle proprie abitudini negative non sia in grado di generare un risparmio considerevole per la loro azienda.

La lista che vi presentiamo nasce da alcune riflessioni fatte nel nostro ufficio per adottare una gestione virtuosa dei processi lavorativi. Il risparmio energetico si traduce infatti in rispetto per l’ambiente e la consapevolezza di vivere in un’azienda sostenibile ci aiuta a lavorare meglio e a trasmettere con maggiore efficacia il valore del Risparmio Virtuoso.

Il decalogo del risparmio in ufficio


 

  1. Sfruttare la luce naturale

    Aprire le tende e disporre le scrivanie in modo che ricevano luce perpendicolare rispetto alle postazioni di lavoro, aiuta a risparmiare energia per l’illuminazione nelle ore diurne.

  2. In pausa pranzo metti in stop anche il PC

    risparmio in ufficioNon abbiamo scuse. La pausa pranzo è il break più lungo che possiamo concederci durante l’arco della giornata. Tutti i PC dovrebbero essere spenti, monitor inclusi (il led acceso consuma come una lampadina da 20 watt!), insieme a tutte le fonti di illuminazione e al riscaldamento per favorire un rapido ricambio dell’aria.

  3. La temperatura del riscaldamento deve essere costante in tutti gli uffici

    Sui dispositivi più moderni al massimo va impostata sui 18° – 20° C, in posizione auto e temperatura media.

  4. La sera spegnere tutti gli apparecchi elettrici

    Prima di uscire vanno spenti tutti i computer e i monitor, le stampanti e le fotocopiatrici. Non dimentichiamoci della macchinetta del caffè! 

  5. Scegliere la giusta illuminazione da ufficio

    Tra lampade a basso consumo e a led le possibilità di risparmio si sono moltiplicate negli ultimi anni. Non aspettiamo oltre, passare all’illuminazione sostenibile è un atto d’amore verso l’ambiente. Accendere 10 lampade da 100 Watt per un’ora comporta l’emissione in atmosfera di 0,80 kg di anidride carbonica (CO2 ). Il tornaconto economico può aumentare con l’installazione di sensori di movimento negli spazi comuni o di passaggio.

  6. Piante da ufficio

    risparmio in ufficioEbbene si le piante da ufficio migliorano il nostro umore e la qualità dell’aria purificandola. Dal potus all’areca, passando per il più ingombrante bambù, le piante da ufficio combattono l’elettrosmog e assorbono sostanze chimiche volatili. Numerosi studi dimostrano una loro incidenza sul miglioramento della produttività e del benessere sui luoghi di lavoro.

  7. Consigli 2.0 per la stampante

    Oltre ai già assodati consigli sull’utilizzo di carta riciclata (anche derivante da stampe errate) e della modalità di stampa fronte retro, risparmiare carta e toner è ancora più semplice con l’utilizzo degli ecofont (caratteri forati che limitano l’utilizzo di inchiostro) e di diversi add-on per i browser più utilizzati(particolari applicazioni che limitano l’area di stampa al solo testo). Ricordiamoci anche di stampare email e pagine web solo se veramente necessario!

  8. In bagno utilizziamo asciugamani al posto della carta assorbente

    In uffici di piccole dimensioni è possibile utilizzare un asciugamano per limitare l’utilizzo della carta. Se per motivi igienici e di presenza optate per la carta sul mercato esistono fornitori in grado di garantire elevati standard ecologici.

  9. Pile ricaricabili

    risparmio in ufficioDal mouse alle tastiere senza fili, passando per telecomandi e cordless, sono diversi i dispositivi elettronici che ancora richiedono l’utilizzo delle vecchie batterie alcaline. Con le batterie ricaricabili saremo in grado di utilizzarle fino a 1000 volte prima del loro esaurimento, una scelta intelligente ma anche un bel gesto nei confronti dell’ambiente.

  10. E il decimo?

    Abbiamo iniziato a risparmiare proprio da qui! Meglio poche e semplici regole condivise e di immediata comprensione, di regolamenti aziendali imposti dall’alto e spesso non rispettati. Il Risparmio Virtuoso si costruisce tutti insieme, con la consapevolezza che per cambiare il mondo bisogna prima cambiare se stessi.