Il 27 dicembre 2013 la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato la Legge n.147 inerente le agevolazioni fiscali su procedimenti di riqualificazione edilizia da effettuarsi mediante l’utilizzo di impianti per il risparmio energetico. La Legge ha confermato una detrazione fino al 65% per tutte le spese sostenute a partire dal 6 giugno 2013 fino al 31 dicembre 2014 e una detrazione del 50% per le spese sostenute successivamente a tale periodo. Si precisa che per quanto concerne invece la riqualificazione di aree comuni o condominiali si prevede una detrazione del 65% per il periodo tra il 6 giugno 2013 e il 30 giugno 2015 e del 50% per il periodo dal primo luglio 2015 al 30 giugno 2016.

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico si effettuano con detrazioni dall’Ires o dall’Irpef e quindi riguardano detrazioni che si effettuano sia dall’Imposta di reddito sulle società che sulle persone fisiche. Tali riduzioni vengono garantite nel momento in cui si verificano interventi di ottimizzazione energetica quali: l’applicazione di pannelli solari, interventi di isolamento termico alternativi o rafforzativi come la coibentazione, l’installazione di nuove finestre inclusi gli infissi e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con altri che producano un evidente risparmio energetico.

L’unica condizione che permette l’accesso a tutte le agevolazioni è la certezza che gli interventi si verifichino su edifici già esistenti, siano essi condominii, proprietà private anche rurali o edifici destinati allo svolgimento di attività professionali e imprenditoriali. Il tetto massimo di rimborso previsto sugli interventi di risparmio energetico è di 100.000 euro e riguarda l’insieme di interventi rivolti a massimizzare l’efficienza energetica dell’edificio.

risparmio energetico casa agevolazioni fiscali

Di 60.000 euro è invece la copertura massima derivante sia dall’installazione di strutture di tipo orizzontale o verticale che rispettino il requisito di trasmittanza termica cosi come definito dal Ministro dello Sviluppo Economico sia dall’installazione di pannelli solari utili al riscaldamento di acqua per utilizzi domestici o industriali e per piscine, case di cura, università e istituti scolastici. Infine, è previsto un valore massimo di detrazione fiscale di 30000 euro per la sostituzione di impianti termici per il riscaldamento invernale.

I benefici derivanti dalla possibilità di scegliere un’opzione per il risparmio energetico è significativa per tre ragioni evidenti: la prima riguarda la certezza di poter beneficiare di agevolazioni fiscali, la seconda consiste nella certezza di abbassare notevolmente e definitivamente le spese della bolletta e la terza concerne l’alto valore morale derivante dalla consapevolezza di appartenere ad un orientamento sociale volto alla salvaguardia, alla difesa e alla conservazione delle risorse naturali e dell’ambiente.

Fruire delle opportunità di risparmio statali concesse nel campo dell’efficienza energetica è semplice e basta raccogliere le certificazioni e i documenti attestanti l’intervento che si realizzerà per ottenere una buona parte della somma spesa. Inoltre riqualificare in questi termini un edificio vuol dire valorizzarlo notevolmente ed aumentare il suo valore economico. La proroga dei termini di scadenza per usufruire delle agevolazioni promossa dalla Legge di Stabilità 2014 è una conferma dell’importanza di voler orientare il cittadino verso tecnologie di risparmio energetico innovative, sicure e notevolmente più convenienti.